Un grande leader, un totem, un uomo squadra. Un uomo che segna e fa segnare gli altri.

Stefano Borghi

Segnare e far sognare (la Lazio, l’Italia, lui stesso). Per ora, in Serie A, ha messo a referto 17 gol e 5 assist, ma oltre ai numeri c’è molto di più: carisma da leader e capacità di mettere il gruppo davanti ai record personali.

La prima notizia non è una notizia: Ciro Immobile sta segnando a raffica. In 20 partite giocate con Lazio e Nazionale, l’attaccante ha segnato 22 reti. Ad oggi è capocannoniere della Serie A e top scorer di tutti i campionati europei, con una rete in più rispetto a quelle segnate da Lewandowski .

Ad oggi, Ciro Immobile sarebbe La Scarpa d’Oro 2020.

Hai 2 minuti? Guarda il video!

Totem

Tanti gol, ma non solo. Immobile in campionato ha servito anche 5 assist. A testimonianza del fatto che oltre ad essere un grande realizzatore è anche un grande leader, un totem, un uomo squadra.

Altruismo

Il gruppo prima dei record personali. La testimonianza? Il rigore ceduto a Luis Alberto contro l’Udinese. Come a dire: “Corro per la scarpa d’oro, ma oltre a segnare godo nel far segnare i compagni. Bellissimo.

Fino all’ultimo minuto

A pochi giorni dal match contro la Juventus, la Lazio può contare su un giocatore che si spende fino all’ultimo minuto. Ciro Immobile è un collante, un riferimento anche per gli altri. Non a caso, la coppia Immobile-Correa è la miglior coppia dei 5 principali campionati europei.

Euro 2020

La Nazionale guarda agli Europei con fiducia. Nei giorni scorsi, Roberto Mancini ha dichiarato che il gruppo è ormai delineato, a meno che non venisse fuori un “nuovo Paolo Rossi”.

Nel frattempo, però, il CT (al pari di Simone Inzaghi) si gode Ciro Immobile, che assieme ad Andrea Belotti sta offrendo più di un motivo per credere negli azzurri.