Monica Bertini racconta la 35a giornata di Serie A: ecco meglio e il peggio dell’ultimo turno di campionato…

1) Miha vs Gasp

I sorrisi del pre partita hanno lasciato il posto agli insulti nell’intervallo della sfida tra Bologna e Atalanta: Sinisa Mihajlovic ha platealmente mandato a quel paese Gasperini, reo di aver additato la panchina rossoblù! Pronto e deciso l’intervento dell’arbitro La Penna, che ha prima ammonito entrambi e poi espulso il tecnico della Dea!

2) La rivincita di Pioli

Incredibile, ma vero: Stefano Pioli siederà sulla panchina del Milan anche nella prossima stagione, con buona pace nei Ralph Rangnick, che resterà a Lipsia! Il tecnico rossonero si è conquistato la riconferma a suon di vittorie, tutte ottenute con prestazioni convincenti!

3) I miracoli di Terracciano

L’Inter di Antonio Conte rimbalza su Pietro Tertacciano, autore di una prestazione super, che ha permesso alla Fiorentina di uscire imbattuta da San Siro: il portiere viola si è confermato riserva di assoluta affidabilità, compiendo autentici miracoli, per la disperazione di Lukaku e compagni!

4) Record di rigori

Tre rigori nella stessa partita si vedono raramente, per questo la sfida tra Parma e Napoli passerà in qualche modo alla storia: prima Mario Rui stende Grassi in area e Caprari trasforma dal dischetto, quindi lo stesso Grassi impatta col braccio una conclusione di Fabian Ruiz e Insigne non sbaglia dagli 11 metri! A decidere l’esito del match è il terzo penalty di giornata, procurato e realizzato da Kulusevski!

5) Addio Brescia!

La sconfitta sul campo del Lecce condanna aritmeticamente alla retrocessione il Brescia, che saluta la Serie A, raggiungendo la Spal! Sperano ancora invece i salentini, che si giocheranno la salvezza nelle tre gare rimaste, sperando in un passo falso del Genoa…