Un altro campionato è stato consegnato agli archivi e Monica Bertini commenta per noi gli esiti della Serie A 2019/20

Sarri in bilico

Malgrado la conquista del suo primo Scudetto, il nono consecutivo per la Juventus, Maurizio Sarri non ha convinto i tifosi bianconeri e neppure la dirigenza, che attende l’esito della sfida di Champions col Lione per decidere il futuro del tecnico toscano… Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta, ma evidentemente anche convincere è d’obbligo…

I panni sporchi di Conte

Da che mondo e mondo, i panni sporchi si lavano in casa, ma Antonio Conte evidentemente non è dello stesso avviso: il tecnico nerazzurro non perde occasione per attaccare pubblicamente la società, rimproverandole questo e quell’altro… Da sottolineare anche l’assoluta mancanza di coerenza da parte dell’allenatore dell’Inter, che prima definisce il secondo posto comunque una sconfitta, ma poi ci ripensa e se ne vanta, invitando gli intrusi a scendere dal carro del vincitore… Quale vincitore? Se il secondo posto non è una vittoria, di conseguenza non esiste alcun carro del vincitore!

Dea nell’Olimpo

Non era facile bissare gli straordinari risultati della scorsa stagione, ma Gian Piero Gasperini è riuscito a fare addirittura meglio con la sua Atalanta, sfiorando il secondo posto in campionato con il miglior attacco e portando la squadra ai quarti di Champions League! Chapeau!

Il volo dell’Aquila

La Lazio chiude al quarto posto, pagando cara la flessione accusata nel post lockdown, ma la stagione della squadra di Inzaghi rimane comunque esaltante: i biancocelesti sono rimasti a lungo in corsa per lo Scudetto e la qualificazione alla fase a gironi della prossima Champions League rappresenta un traguardo di importanza capitale! Per i capitolini l’ulteriore soddisfazione di aver visto il bomber Ciro Immobile soffiare a Ronaldo il titolo di capocannoniere, eguagliando il record di Higuain e aggiudicandosi la Scarpa d’Oro!