Monica Bertini commenta per noi gli episodi clamorosi della 31a giornata di Serie A…

1) Il capolavoro di Rabiot

Nessuno si aspettava un gol del genere da Adrien Rabiot! Già da tempo bollato come bidone dai tifosi della Juve, l’ex PSG ha zittito i detrattori con un autentico capolavoro: un coast to coast inarrestabile, con tanto di tunnel a Theo Hernandez, concluso con un sinistro nel sette, imparabile per Donnarumma! Chapeau!

2) Il morso di Patric

Serata da dimenticare quella di Patric a Lecce: prima provoca il rigore per i salentini intercettando con la mano un cross di Calderoni, poi perde la testa e affonda i denti nel braccio di Donati, imitando ciò che Suarez fece con Chiellini! Rosso diretto per il difensore laziale, che si becca una squalifica esemplare ed anche una multa salatissima!

3) Il miracolo di Gigio

Un autentico miracolo quello di Gigio Donnarumma su Rugani, che aveva già alzato le braccia al cielo in segno di esultanza, convinto d’aver fatto gol! Una parata irreale, decisiva ai fini del risultato, esibita in faccia a Gigi Buffon!

4) L’obbrobrio di Alex Sandro

La sventagliata orizzontale che taglia tutta l’area di rigore juventina recapitando il pallone a Bonaventura, gentile omaggio di Alex Sandro è materia di studio: come è possibile che un nazionale brasiliano partorisca un simile obbrobrio calcistico? In genere è la prima cosa che insegnano a non fare mai sin dai pulcini!

5) L’errore di Mancosu

Incredibile, ma vero: anche Mancosu può sbagliare un calcio di rigore! L’errore del capitano del Lecce contro la Lazio interrompe una serie consecutiva di 8 penalty realizzati! Nessuno è infallibile, neppure lui!