Aria di Natale. Sotto l’albero del Milan, ricco di palline rossonere, i tifosi del Milan vorrebbero ricevere il regalo più bello, ma è presto. Non è questo il tempo di triangolini tricolori, che fioriscono eventualmente con le rose di maggio. Il mese dei trionfi italiani e europei del Club milanista. Per festeggiare a maggio, però, Babbo Natale deve portare i suoi doni adesso.

Il primo, dentro un piccolo cofanetto, lo ha confezionato con cura un mago vicino di casa proprio di Santa Klaus. Contiene una pillolina magica, che possa aiutare i giocatori a stare bene, a sgambettare senza problemi sui campi di Milanello, e galoppare, liberi, sfrenati, vincenti sui campi della serie A. Se Stefano Pioli potesse contare su tutti i suoi Campioni, sono sicuro che il Milan tornerebbe ai suoi magnifici livelli. Quelli di una squadra propositiva, intensa, organizzata, pericolosa, dalla chiara identità di gioco. Difficile da battere, con pieno merito ai vertici della classifica. Con il prossimo ritorno di Rebic, Leao e Calabria, speriamo presto anche di Pellegri, con la crescita di condizione di Giroud, Theo Hernandez e Diaz, i tifosi rossoneri riassaporeranno quelle splendide sensazioni, che li hanno accompagnati da ormai tanti mesi.

Un regalo prezioso

Confezionato da Paolo Maldini e Ricky Massara, il secondo regalo è un grande difensore centrale, che dovrà affrontare il duro compito di aiutare a dimenticare Simon Kjaer. Non è stata forse ancora trovata la figura giusta, perchè il mercato dei centrali non è ricco di opportunità e quelle possibili da acquisire diventa complicato acquistarli. L’ideale sarebbe probabilmente una pedina come il Tomori di un anno fa. Facile a dirsi, ma arduo da realizzare. I dirigenti milanisti stanno scandagliando il mercato europeo. Non ho dubbi che il nome sarà difficile da indovinare, perchè i plenipotenziari del mercato ci hanno abituato a colpi di scena improvvisi e sorprendenti. Non è sufficiente un giocatore forte nella marcatura, ma anche con piedi morbidi, meravigliosa caratteristica del danese.

Le basi per il futuro

Dentro una cartellina di pelle, ecco il terzo regalo, il popolo rossonero si augura di trovare tre firme, anzi quattro, sotto un contratto con la carta intestata del Milan. Sono i rinnovi di Theo Hernendez, Leao e Ismail Bennacer, perchè possano continuare a essere le grandi colonne del futuro Milan. Mi auguro che possa essere aggiunto anche l’autografo del Capitano, di Alessio Romagnoli. Difensore affidabile, esperto ,carismatico. Un significativo maestro della difesa, una figura autorevole nello spogliatoio, utile per la crescita anche dei suoi compagni più giovani.
Chiudo con l’augurio di un felice Natale e di un Buon Milan 2022!!