A giugno arriverà alla corte di Sarri, dopo essere stato ‘scartato’ dall’Atalanta. Per il momento, gioca nel Parma e anche se le sue due ultime partite sono state normali, la sua è una straordinaria normalità. Perché?

Guarda il video

Dejan Kulusevski è stato il primo “botto” di questa sessione invernale di calciomercato. Un botto “mascherato” dato che la Juventus lo ha acquistato dall’Atalanta ma lo ha lasciato (un po’ a ‘malincuore‘) in prestito al Parma.

LEGGI ANCHE: JUVE, CHI FA POSTO A KULUSEVSKI?

Da quando è passato alla Juventus ha infilato due partite “normali” contro Atalanta e Lecce. Ma anche all’interno degli ultimi 2 match ha dimostrato di possedere una normalità che strabilia.

Perché puntare su Dejan Kulusevski?

  • Mezzi tecnici clamorosi
  • Fisico già molto sviluppato
  • Intelligenza

Dejan sa calarsi nella partita, fare quasi sempre la scelta giusta e soprattutto sa incidere sulla squadra

Stefano Borghi

Statistiche

Kulusevski è la differenza principale tra il Parma dell’anno scorso e quello di quest’anno. I suoi numeri parlano chiaro:

Con Kulusevski il Parma non gioca più solamente in contropiede ma sa anche costruire. Affrontare i match senza aspettare l’avversario, bensì “facendo la gara“.

Diventerà qualcuno

Non è ancora dato sapere se “da grande” diventerà trequartista, mezzala, esterno. Molto dipenderà anche da come Sarri lo calerà nel suo impianto tattico. Una cosa è certa: Kulusevski è materiale più unico che raro.

Diventerà qualcuno.