Facciamo la conta degli assenti. Anguissa, Ounas, Koulibaly e Osimhen sono stati convocati da Camerun, Algeria, Senegal e Nigeria per partecipare alla Coppa d’Africa che avrà inizio il 9 gennaio e finirà il 6 febbraio. Koulibaly e Osimhen, inoltre, non giocano una partita rispettivamente dall’1 dicembre e dal 21 novembre, perché ancora oggi alle prese con i loro infortuni che non gli consentirebbero di scendere in campo in tempi brevi. O perché infortunati oppure perché convocati in Coppa d’Africa, entrambi non saranno nella disponibilità del Napoli per tutto il mese di gennaio.

Ai quattro africani vanno aggiunti anche altri tre calciatori indisponibili, cioè Insigne, Fabian Ruiz e Lozano, per i quali è altamente improbabile la convocazione nella squadra che riprenderà il campionato il 6 gennaio in casa della Juventus. Dulcis in fundo, Mario Rui sarà squalificato per il match dell’Allianz Stadium oltre a Manolas, ormai a tutti gli effetti un nuovo difensore dell’Olympiacos. Saranno 9 quelli di cui il coach Spalletti non potrà disporre. 8 dei quali protagonisti del Napoli primo in classifica fino al 3 dicembre, per poi perdere lo scettro in seguito alla sconfitta casalinga contro l’Atalanta dello scorso 4 dicembre, cioè alla16esima giornata delle 19 giocate fino a questo momento.

Testa alla Juventus

Il Napoli ricomincerà ad allenarsi il 30 dicembre e si ritroverà in emergenza totale. Si spera non si aggiungano altre defezioni nel corso di queste festività natalizie che hanno già colpito Insigne, Fabian Ruiz e Lozano, entrambi colpiti durante la loro permanenza con i familiari in Spagna ed in Messico. Ce la farà il Napoli a sfidare i bianconeri desiderosi della vittoria che li porterebbe a -2 dai partenopei, con il piglio autorevole di chi non teme le assenze ed è in grado di vincere a Torino anche con una formazione fortemente rimaneggiata? La storia recente dice di sì.
É sufficiente riportarsi al 19 dicembre scorso, per accorgersi che, sì, si può giocare bene e vincere anche con quei calciatori che in genere non giocano spesso. Rispetto al successo conseguito in casa del Milan, il 6 gennaio potrebbero esserci soltanto due novità in formazione, quelle di Lobotka e Politano ai posti di Anguissa e Lozano. Sperando non ci siano altri danni in casa azzurra.