Totò Schillaci e Roberto Baggio, due talenti purissimi del calcio nostrano. Compagni di squadra sia nella Juve che in Nazionale, i due hanno condiviso momenti importanti negli anni d’oro del movimento calcistico italiano. C’è però un episodio che li ha visti arrivare ad un passo dalla rottura e che Totò Schillaci racconta così:

Generalmente sono una persona molto tranquilla e disponibile, ma quel giorno io e Roberto abbiamo avuto un piccolo diverbio. Ero abbastanza nervoso, stavo leggendo il giornale e lui si avvicinò a me sfiorandomi per gioco il volto coi piedi. Gli ho detto di piantarla una, due, tre volte. Alla quarta volta gli ho dato una testata!”

La testata a Roberto

Niente paura però, Roberto non ha avuto serie conseguenze. O almeno questo è quello che racconta Schillaci:

Fu una testata innocua eh, non è che gli ho fatto tanto male. E abbiamo fatto subito pace. Le cose che accadono nello spogliatoio non dovrebbero mai uscire. Io sono sempre stato un professionista serio, è stato l’unico episodio che ha macchiato la mia vita da professionista

Il pentimento di Totò

Un episodio che ha segnato Schillaci nel profondo. Tanto che il vulcanico attaccante ha più volte espresso il proprio pentimento:

Mi è dispiaciuto moltissimo. Roberto è una persona squisita, un grande professionista. Ci chiamavano ‘i gemelli del gol’. E’ stato solo un episodio da cancellare