Pareva impossibile, ma nel calcio, come nella vita, si sa, tutto può succedere… Verona campione d’Italia!

1 punto per la storia

12 maggio 1985, 29esima giornata del campionato di Serie A. Il Verona capolista è impegnato a Bergamo contro l’Atalanta, agli scaligeri è sufficiente un punto per cucirsi sul petto il primo scudetto della loro storia.

Inizio shock!

I padroni di casa però non sono disposti a recitare il ruolo dello sparring partener e lo dimostrano al 16′, quando Donadoni crossa in mezzo per la testa di Perico, che salta indisturbato a centro area e fa secco Garella. L’Hellas è sotto e il Torino, battendo la Fiorentina, potrebbe riportarsi a -2 a una giornata dal termine.

Pari, patta e Scudetto!

I ragazzi di Bagnoli però non perdono la testa e spingono alla ricerca del pareggio che arriva, puntuale, al 6′ della ripresa, con Elkjaer, lesto a scaraventare in rete di sinistro su un appoggio corto di Galderisi all’interno dell’area di rigore avversaria.

E’ il gol che vale lo scudetto, Verona è in festa e la Gazzetta dello Sport rende il giusto omaggio a una squadra e a una città intera, per la prima volta ai vertici del calcio nazionale.