Un capitale immobilizzato. Questa è la situazione attuale di Arkadiusz Milik, uno dei migliori bomber della nostra serie A che però non ha collezionato neanche un minuto in questo inizio di stagione a causa del mancato accordo con la società per il rinnovo di un contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Una situazione che, ovviamente, risulta indigesta tanto al giocatore, quanto alla società partenopea, sentitasi tradita dalla volontà del giocatore di arrivare alla scadenza del naturale contratto. E se ci fosse una soluzione, a gennaio, per uscire dall’impasse?



Marotta ci pensa

Ecco allora che Beppe Marotta fiuta l’affare e proverà, già a gennaio, l’assalto a Milik, sfruttando i buoni rapporti tra le due società. Del resto, Conte chiede da più di un anno un vice Lukaku che sia affidabile e possa dare il cambio al gigante belga, spesso e volentieri spremuto dalla mancanza di alternative. E Milik, in questo senso, sarebbe perfetto, anche a livello economico, visto che il contratto in scadenza permetterebbe ai nerazzurri di contenere i costi dell’investimento portandosi comunque a casa un giocatore di livello assoluto.


La palla passa al Napoli

Fin qui il punto di vista dell’Inter. Resta però da capire se in casa Napoli prevarrà lo stesso tipo di ragionamento. Certo, la cessione a gennaio sarebbe una panacea da un punto di vista economico, perchè permetterebbe in un colpo solo di non perdere il ragazzo a zero risparmiando anche sei mesi di ingaggio. In più, risolverebbe un caso spinoso comunque ricorrente nel corso della stagione azzurra visto che, ogni sosta per le Nazionali, si torna inevitabilmente a parlare di Milik. Il quale, dal canto suo, spera in una rapida soluzione del caso per non perdere il treno di Euro 2020 con la sua Nazionale.