L’originale (e inimitabile) fu Alberto Sordi. Fu lui, nel lontano 1954, a intuire il legame tra Roma e gli americani, divenuto poi una costante in termini calcistici dal 2011 ad oggi. Fu allora che un magnate americano, James Pallotta, rilevò l’As Roma dalla famiglia Sensi, per poi cederla –proprio in queste ore– ad un altro imprenditore a stelle strisce di nome Dan Friedkin per una cifra vicina agli 800 milioni di euro. Andiamo a scoprire di chi si tratta…

Chi è Friedkin

Rampollo della famiglia Friedkin, Dan è nato a San Diego nel 1965 ma ha trascorso buona parte della propria vita in Texas, dove vive con la moglie Debra e i loro quattro figli. E’ lui il CEO della holding di famiglia, fondata dal padre Thomas, che comprende la bellezza di 12 società per un totale di quasi 6.000 dipendenti.

Tra i 200 più ricchi d’America

Secondo la rivista Forbes, il patrimonio di Friedkin si aggira intorno ai 4,2 miliardi di dollari: il neo proprietario della Roma è quindi il 187° uomo più ricco d’America, il 504° del mondo.

Auto, alberghi e…cinema!

Tra i business del magnate texano ci sono le automobili, tra cui spicca Gulf States Toyota, società che ha l’esclusiva della distribuzione delle automobili giapponesi in Texas, Arkansas, Louisiana, Mississipi e Oklahoma, ma anche hotel di lusso sparsi per il mondo (dagli Usa alla Grecia, dalla Costa Rica alla Svizzera passando per le Fiji) e produzioni cinematografiche (su tutte “The Square”, pellicola svedese vincitrice della Palma d’oro a Cannes nel 2017 candidandosi anche all’Oscar come miglior film straniero).

Sport, che passione!

Ma la grande passione di Friedkin resta comunque lo sport: nel tempo libero ama giocare a golf (possiede anche diversi circoli) e soprattutto seguire il basket, visto che è tifosissimo degli Houston Rockets, compagine texana che provò anche ad acquistare diversi anni fa, ma senza successo. Friedkin possiede inoltre il brevetto da pilota di aerei, e vanta una delle più vaste collezioni al mondo di vecchi veicoli militari.