Del Bernardeschi ammirato a Firenze oggi non rimane che un ricordo sbiadito: alla Juventus il fantasista di Carrara sembra essersi smarrito, ma Andrea Pirlo potrebbe aver trovato l’idea giusta per rilanciare uno dei talenti più limpido del nostro calcio…

Involuzione inesorabile

Il pessimo rendimento di Bernardeschi nella scorsa stagione ha confermato tutti i suoi limiti: l’involuzione dell’ex viola appare evidente ed inesorabile, sollevando il legittimo sospetto che il ragazzo non possieda spalle abbastanza larghe per sopportare il peso della maglia della Juve…

Un film già visto

Tutte le volte la stessa storia: Bernardeschi vaga per il campo alla ricerca di una posizione che non trova mai, in nessun caso indovina l’ultimo passaggio, spesso regala palla agli avversari, favorendone le ripartenze! Sembra di assistere per la milionesima volta alla stessa scena dello stesso film…

Nuovo Zambrotta?

Sia da trequartista che da interno il 26enne di Carrara ha palesato enormi difficoltà e allora perché non provarlo da terzino sinistro, sfruttandone la corsa e lo spunto in velocità sulla fascia, la porzione di campo a lui più congeniale, sulla scia di quanto fatto a suo tempo da Lippi con Zambrotta! L’ex laterale di Juve e Milan, campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006, cominciò da esterno offensivo, ma si affermò da terzino, diventando in breve uno dei migliori interpreti del ruolo… Tentar non nuoce, varrebbe la pena dunque di azzardare lo stesso esperimento anche con Bernardeschi e Pirlo infatti ci sta già pensando…