Non c’è solo la straordinaria stagione di Ciro Immobile dietro al primo posto della Lazio. Oltre alle 27 perle del suo numero 17, che da solo ha segnato il 45% dei 60 gol biancocelesti, c’è la grande stagione degli altri attaccanti a disposizione di Inzaghi.

Correa-Caicedo, che coppia!

Oltre a Immobile, ormai proiettato verso la scarpa d’oro, la Lazio si gode i gol degli altri attaccanti: Correa ne ha segnati 7 in 22 presenze, Cacedo 8 in 21. Impressionante la media gol dell’ex City: uno ogni 108 minuti. Segno che, a 31 anni, sotto la guida di un bomber come Simone Inzaghi Caicedo ha affinato la sua abilità sottoporta, da sempre suo punto debole.

“Siamo tutti fratelli”

A spiegare il segreto della Lazio ci ha pensato lo stesso Correa che, al termine della gara contro il Bologna, ha parlato così del rapporto con i suoi compagni di squadra:

Siamo come fratelli. Io e Caicedo non abbiamo mai avuto problemi, così come con Immobile. Giochiamo tutti l’uno per l’altro e siamo diventati una grande famiglia laziale

Nessuna rivalità

Nessuna rivalità tra i due attaccanti che si giocheranno il posto al fianco di Immobile nel 3-5-2 di Inzaghi. Solo tanta amicizia e voglia di condividere le proprie gioie. Come dimostra l’abbraccio fraterno che Correa ha riservato a Caicedo dopo il gol che gli mancava da ormai tre mesi. Un’immagine che dice tutto sul capolavoro messo in piedi da Simone Inzaghi.