A dar retta ai roboanti titoli di qualche quotidiano sportivo, Davide Lanzafame doveva essere l’erede designato di Cristiano Ronaldo. La sua storia calcistica si è poi svolta su una trama diversa, ma l’esterno scuola Juve si è comunque costruito una carriera ricca di soddisfazioni oltreconfine, e precisamente in Ungheria

Re d’Ungheria

Sì, perché dopo essere approdato per la prima volta nel Paese magiaro nel 2013, Lanzafame ha scelto di tornarci e diventare protagonista assoluto a partire dal 2016, quando ha conquistato due scudetti con due squadre diverse (l’Honved il Ferencvaros), aggiudicandosi anche per due anni di fila il titolo di capocannoniere. Insomma, Lanzafame ha trovato in Ungheria la sua dimensione e si è riscoperto un calciatore dopo anni difficili in Italia.

L’ultimo trionfo

Ma non è finita qui. A due settimane dal ritorno in campo dopo la sospensione del campionato, Lanzafame si è aggiudicato un altro titolo: con il suo Honved  ha infatti vinto la Coppa nazionale battendo in finale il Mezokovesd per 2-1, in un match disputato alla Puskas Arena davanti a 10mila persone (pubblico limitato a causa delle restrizioni sanitarie).

https://www.instagram.com/p/CBAuAbbHPMo/


“Budapest, casa mia”

Arrivato in Ungheria forse con un po’ di scetticismo, Lanzafame ora sembra essersi calato perfettamente nel contesto magiaro, come ha confermato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport:

A Budapest mi trovo bene, offre tantissimo dal punto di vista dei servizi, ci sono tanti italiani; ogni tanto ho nostalgia di casa, ma dopo 3 anni e mezzo mi sono adattato. Nel tempo libero cresco le bimbe, fanno la scuola inglese, vado in giro per la città bellissima e i ristoranti, vita privilegiata, lo so

Una vita privilegiata e vincente: Davide Lanzafame è sempre più re d’Ungheria!

Copy: TychoRenders