Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore del Napoli. L’ex tecnico del Milan, lasciati i rossoneri lo scorso giugno, riparte così dagli Azzurri dove lo aspetta la non semplice eredità di Carlo Ancelotti, suo mentore proprio in rossonero.

Premio Champions

L’accordo tra De Laurentiis e Gattuso è maturato già domenica, nel corso del primo incontro tra le parti. Ringhio percerpirà un compenso di 750mila € fino a giugno con rinnovo automatico in caso di conquista del quarto posto e relativo adeguamento a 1,5 milioni fino al giugno 2021. Una sorta di contratto ‘con premio Champions‘: De Laurentiis non può permettersi di sbagliare ancora, visti anche i 6,5 milioni di euro da corrispondere ancora ad Ancelotti.

Si riparte dal 4-3-3

Il Napoli di Gattuso ripartirà dal 4-3-3: modulo già utilizzato ai tempi del Milan e caro ai calciatori azzurri ancora orfani del Sarrismo. Nessuno stravolgimento tattico, quindi, ma un paziente lavoro motivazionale sulla testa dei giocatori. Il recupero del rapporto con i senatori dello spogliatoio sarà il primo obiettivo di Gattuso: Allan è il giocatore in cui il tecnico si rivede maggiormente e uno di quelli su cui punta di più per il rilancio azzurro.

Il brasiliano, che pare essere stato uno dei principali protagonisti dell’ammutinamento dei calciatori di qualche settimana fa, è da anni il cuore del centrocampo azzurro. I numeri di questa stagione, però, segnalano alcune sue difficoltà rispetto al passato. Colpa del rapporto non idilliaco con la società?