Fiorentina ancora sconfitta: adesso Montella rischia davvero. I viola contro il Torino hanno inanellato il quarto k.o. consecutivo dopo quelli contro Cagliari, Verona e Lecce e sono ora sprofondati ad un passo dalla zona retrocessione.

Reazione tardiva

La gara contro il Toro ha raccontato di una Viola letteralmente surclassata sia sul piano fisico che su quello dell’intensità. Troppo tardiva la reazione nel finale: i gigliati non sono riusciti a ribaltare l’inerzia di un match ormai ampiamente compromesso. E, intanto, la classifica comincia a fare davvero paura.

“Che rabbia!”

Finito nel mirino del tifosi, a dir poco delusi per un inizio di stagione al di sotto delle aspettative, Montella prova comunque a vedere positivo:

Provo tanta rabbia, la squadra ha fatto una partita alla pari, anche in termine di occasioni. Nel primo tempo siamo stati poco precisi e coraggiosi, molto contratti, mentre nel secondo tempo abbiamo reagito bene. Fiducia? Io la sento, ma devo spronare la squadra a giocare meglio. Sono abituato, ci sono allenatori che sono stati esonerati con meno sconfitte…

I dubbi di Commisso…

Rocco Commisso non è contento. Il neo patron viola non ha gradito, oltre ai risultati, l’atteggiamento messo sul campo dai ragazzi di Montella. E, come sempre in questi, il responsabile è uno e uno soltanto: l’allenatore. Per Montella si profila quindi una fiducia a tempo, come peraltro confermato da Comisso a fine gara:

Sono arrabbiato con tutti, anche con me stesso. Vengo a Firenze, parlo con tutti e poi devo vedere queste brutte partite. Massima fiducia per Montella? Insomma, massima… Poi vedremo, vediamo cosa succede con l’Inter