Il Chelsea fa piazza pulita e vende tutti. O quasi: il pesante ko rimediato nell’andata degli ottavi di finale di Champions League per mano del Bayern impone ai vertici Blues un’importante riflessione sul futuro. Molti dei calciatori attualmente in rosa saranno ceduti, anche a prezzi di saldo: urge infatti il rinnovamento della rosa e l’inizio di un nuovo ciclo.

Scontro Lampard-società

Sarà quindi rivoluzione in casa Chelsea, dove sono almeno otto i calciatori che si apprestano a preparare valigie e scatoloni per il trasloco a fine anno. Lampard è stato chiaro: serve un rinnovamento totale, a costo di qualche sacrificio a livello di bilancio. Cosa evidentemente poco gradita a Marina Granovskaia, plenipotenziaria delegata da Roman Abramovic alla guida del club inglese.

Via in otto

Il caso più emblematico è quello di Kepa Arrizabalaga, il portiere arrivato per oltre 80 milioni di euro e scivolato -nelle gerarchie del tecnico- dietro all’esperto Caballero. Ma non solo: anche Jorginho e Marcos Alonso, acquisti di punta rispettivamente di Sarri e Conte, appaiono più che mai in bilico per la prossima stagione. E con loro anche l’altro oriundo Emerson Palmieri e il difensore francese Kourt Zouma. E poi ci sono i ‘free agent’: giocatori che, a giugno, vedranno scadere il proprio contratto senza molte chances di rinnovo. Parliamo di Willian, Pedro Rodríguez e Olivier Giroud.

Corsa ai saldi

Praticamente un’intera formazione (e di tutto rispetto) quella che si appresta a traslocare da Londra. Tanti i nomi già da tempo nel mirino dei club italiani, considerando anche che gli attuali allenatori di Inter e Juve hanno già avuto a disposizione tutti (o quasi) i calciatori che si apprestano a lasciare Stamford Bridge. Probabile quindi che Londra tornerà ad essere il centro del calciomercato. Brexit o non Brexit.