In sede di presentazione, Ronald Koeman era stato chiarissimo: nel suo Barcellona non c’è posto per quei giocatori arrivati a fine corsa e non più sufficientemente motivati nel vestire la casacca blaugrana. Tra questi c’è anche uno dei grandi protagonisti della storia recente del Barça…



Suarez, l’ora dell’addio

Stiamo parlando di una leggenda blaugrana come Luis Suarez, 200 reti e una Champions League all’attivo, che avrebbe già ricevuto il benservito da Koeman: secondo quanto riporta RAC1, il neoallenatore olandese avrebbe comunicato al centravanti uruguagio che non rientra più nei piani del club. Tanto che le parti starebbero cercando un accordo per la risoluzione del contratto che lega il Pistolero al Barça fino al 2021. E dire che proprio Suarez è stato tra i più positivi nella catastrofica sconfitta subita dai catalani in Champions League contro i futuri campioni del Bayern.



Poi toccherà a Piqué?

Dopo Suarez potrebbe quindi toccare ad un altro senatore come Gerard Piquè: il centrale catalano, tornato a Barcellona nel 2008 dopo l’esperienza al Manchester United, ha già fatto sapere di essere disponibile a “fare un passo indietro” per il bene del club, dichiarandosi disposto ad anticipare l’addio per favorire lo svecchiamento del club. Piqué, classe 1987, ha mercato in Premier League, ma Koeman non si è ancora espresso circa il suo possibile ruolo nel nuovo corso blaugrana.

Gli altri ‘a rischio’

Oltre a Luis Suarez, a non rientrare nei piani di ‘Rambo’, ci sarebbero anche il cileno Arturo Vidal, il croato Ivan Rakitic e il francese Samuel Umtiti. Tutti giocatori che, fino a qualche stagione addietro, venivano considerati elementi fondamentali per la squadra blaugrana…