Con l’esperienza accumulata nella sue varie avventure in giro per il mondo, Sebastian Giovinco potrebbe, a tutti gli effetti, ambire al titolo di ambasciatore italiano nei cinque continenti.

Il giro del mondo in cinque anni

Empoli, Parma e Juventus, sette stagioni ad altri livelli in Italia e poi, ad appena 28, Sebastian Giovinco ha rinnovato il passaporto ed è partito alla volta del Canada, dove ha giocato per quattro stagioni in MLS tra le fila dei Toronto Fc, con cui ha segnato qualcosa come 83 reti in 142 partite. Poi, però, ecco il nuovo richiamo all’avventura: questa volta sul tabellone delle partenze c’è scritto Riad, Arabia Saudita, dove Giovinco ha strappato un contratto da 6 milioni di euro all’anno all’Al-Hilal allenato dal figlio di Lucescu. Qui la Formica Atomica ha fatto coppia con l’ex Lione e Marsiglia Bafétimbi Gomis conquistando campionato e Champions League asiatica.

Nel futuro c’è il Brasile?

E ora, a 33 anni, nel futuro di Giovinco potrebbe fare capolino il Brasile. Qui ci sono ben due club disposti disposti a regalargli un nuovo capitolo per la sua entusiasmante carriera da giramondo: in pole position c’è il Botafogo dell’ex milanista Keisuke Honda, che vorrebbe ingaggiare un’altra stella internazionale per impreziosire la rosa, quindi il Vasco da Gama dove milita tutt’oggi Fredy Guarin, ex centrocampista dell’Inter.

Copy: Khoa