Qualche giocata sopraffina, tre gol complessivi, ma anche tanti infortuni. E una Fiorentina che, specie quest’anno, fatica davvero a spiccare il volo: non c’è dubbio che l’avventura viola di Franck Ribéry abbia un po’ deluso le tantissime aspettative dei tifosi, che in lui avevano riposto tutte le speranze per un nuovo Rinascimento fiorentino, questa volta legato al mondo del calcio. E, invece, dopo appena un anno e mezzo, lo stesso Ribery paventa la possibilità di un addio alla città del Giglio



“Vorrei tornare in Germania”

La verità è che Franck Ribery in Germania ci ha lasciato il cuore. Oltre che una splendida casa (con piscina) nel cuore della Foresta Nera: dodici stagioni vissute intensamente con la maglia del Bayern Monaco (con cui ha vinto tutto quello che poteva vincere) sono un bel pezzo di vita per questo ragazzo che con la sua Patria, la Francia, ha sempre avuto un rapporto piuttosto burrascoso. Tanto che, dal 2014, ha scelto di non indossare mai più la casacca dei Blues, perdendo così l’occasione di unirsi alla spedizione che sarebbe tornata dalla Russia con la Coppa del Mondo nel borsone. Ma è la Germania oggi l’epicentro della vita di Ribery che, infatti, progetta già un ritorno nel Paese che gli ha dato fama e gloria, come ha ammesso candidamente ai microfoni di ‘Sport Bild’:

Al momento penso solo alla Fiorentina, sono importante per la squadra. Però non escludo che finita l’avventura qui io possa tornare in Bundesliga. Non voglio escludere nulla

Il contratto di Ribery con la Fiorentina scadrà il prossimo 30 giugno: difficile, allo stato attuale delle cose, che si parli di un prolungamento, visto anche l’ingaggio da 4 milioni di euro a stagione, difficilmente sostenibile per le casse viola. E, a quel punto, a Ribery si spalancheranno ancora le porte della Bundesliga…

Copy: DarkNaples