Vive la France: un’esclamazione spontanea di fronte alle prodezze dei grandi artisti transalpini del pallone… 

1) Platini

Col pallone tra i piedi Le Roy faceva quel che voleva: dipingeva calcio col pennello dell’artista d’avanguardia, autore di capolavori degni del Louvre! Infallibile dal dischetto, letale su punizione, Michel Platini incarnava al meglio la Grandeur francese ed insieme il prototipo del centrocampista goleador, capace di vincere per tre stagioni di fila la classifica dei marcatori!

2) Zidane

10 per antonomasia, Zinedine Zidane quel numero lo portava sulle spalle con innata eleganza nella Nazionale francese, seguendo la scia di Platini e facendo addirittura meglio di lui: grazie ai gol di Zizou, i Galletti d’Oltralpe saliranno sul tetto del Mondo per la prima volta nella loro storia! 

3) Trezeguet

All’interno dell’area piccola David Trezeguet segnava in tutti i modi possibili e spesso lo faceva di testa con una facilità apparentemente disarmante: il suo segreto, elevazione a parte, era la sua straordinaria capacità di leggere in anticipo la traiettoria del pallone e conseguentemente di sperare dove posizionarsi! Fu proprio lui a firmare il Golden Goal, che regalò alla Francia il titolo europeo nel 2000, condannato l’Italia ad una delle sconfitte più amare della sua storia! 

4) Djorkaeff

Tutti abbiamo ancora negli occhi l’immagine di Youri Djorkaeff sospeso in aria mentre calcia in rovesciata con la maglia dell’Inter, ma anche con quella della Francia ha regalato gemme di rara bellezza come il gol all’Italia datato 1994: un delizioso cucchiaino a scavalcare Zenga in uscita! Chapeau! 

5) Mbappé

A soli 19 anni ha si è laureato campione del Mondo con la Francia, segnando in finale come l’idolo Zidane, dal quale ha ereditato la prestigiosa maglia numero 10: Kylian Mbappé è il nuovo che avanza, presente e futuro della Nazionale transalpina e non solo!