A volte nemmeno vincere basta per salvare la panchina: la storia del calcio ci insegna infatti che ci sono precedenti illustri di allenatori esonerati dopo una vittoria, soprattutto in Italia…

1. Gigi Simoni (1998-99)

Forse il precedente più illustre: perché Gigi Simoni, allenatore dell’Inter vincitrice della Coppa Uefa e vicecampione d’Italia, fu esonerato da Massimo Moratti dopo aver battuto…il Real Madrid! Tecnicamente l’esonero fu formalizzato dopo la vittoria domenicale contro la Salernitana, ma pochi giorni prima (il mercoledì) il tecnico bolognese aveva battuto i campioni d’Europa.

2. Beppe Iachini (2013-14)

Dopo aver riportato al primo tentativo il Palermo in serie A ed averlo salvato l’anno successivo, Iachini fu esonerato dopo poche giornate dal vulcanico Presidente Zamparini in seguito ad una vittoria sul Chievo per 1-0 firmata da Gilardino.

3. Davide Ballardini (2016)

Altro giro, altra corsa per il Palermo di Zamparini. Stavolta è toccato a Davide Ballardini, allenatore romagnolo dal carattere focoso che fu licenziato dopo la vittoria sul Verona a causa di un acceso diverbio con il portiere capitano dei rosanero, Stefano Sorrentino.

4. Marco Giampaolo (2019-20)

C’è anche Marco Giampaolo nella nostra speciale classifica: il tecnico abruzzese è stato infatti sollevato dal Milan in seguito alla vittoria riportata a Marassi contro il Genoa per 2-1. Tre punti che non sono bastati, visto il difficile avvio di stagione dei rossoneri.

5. Carlo Ancelotti (2019-20)

Il Napoli batte 4-0 il Genk e si qualifica agli ottavi di finale di Champions League, ma qualcosa tra Ancelotti e De Laurentiis si è rotto da tempo, causa frizioni sul mercato e un pessimo avvio di campionato…