Totti-Juve, amici mai: ripercorriamo le tappe della rivalità tra l’ex capitano giallorosso e la sua nemesi bianconera attraverso 5 frasi celebri del Pupone…

1) Traditore!

Alla vigilia del ritorno di Emerson a Roma da avversario, Francesco Totti parla così dell’ex compagno, passato alla Juventus:

Al massimo gli darò solo una stretta di mano a centrocampo, perché obbligatoria. Sinceramente non mi sento di andare oltre. Se stai tutti i giorni con alcune persone e ti accorgi che loro ‘ci giobbano’, come si dice a Roma, ci rimani male. Non posso perdonare certi atteggiamenti.

2) Gli aiutini

Francesco Totti non è tipo da mandarle a dire, specie alla Juve, rea secondo l’allora capitano giallorosso di vincere grazie ad evidenti ‘aiutini’ da parte della classe arbitrale:

Chiunque arriva alla Juve sa che deve vincere. E sa che lì, in un modo o nell’altro, vince. Qualche aiutino ce l’hanno sempre: l’evidenza è quella, c’è poco da fare. Involontario, spero. Ma dopo una, due, dieci volte devi stare sempre attento.

3) La partita perfetta

Di grandi partite Francesco Totti ne ha giocate un’infinità nel corso della sua lunghissima carriera, ma la migliore rimane quella in cui la Roma travolse la Juve per 4-0 nel lontano 2004:

La mia partita migliore credo sia Roma-Juve 4-0, con Cassano azzeccammo quasi ogni passaggio.

4) 11 contro 14

Come in ogni Juve-Roma che si rispetti, anche nella sfida del 2005 non mancarono le polemiche e in quell’occasione Francesco Totti non risparmiò le solite accuse ai rivali bianconeri:

Contro la Juve abbiamo fatto di tutto per vincere, ma era difficile in 11 contro 14. Il problema principale è stato l’arbitro, che ha condizionato la partita: nei primi dieci minuti ci sono stati trenta falli. Ma se avesse ammonito qualcuno sarebbe cambiato tutto. Di questo match cambierei il risultato e l’arbitro: tutti hanno visto cos’e’ successo, e non mi sembra il caso di nasconderlo. Zalayeta parlava con Ferrari, davanti a Racalbuto, e diceva che non era rigore, ma l’arbitro gli dava le spalle. Questo vi fa capire tutto.

5) Campionato a parte

Fa ancora discutere a distanza di anni l’arbitraggio di quello Juventus-Roma del 6 ottobre 2014… Al termine del match, un furibondo Francesco Totti denunciò pubblicamente l’esistenza di un presunto sistema teso a favorire i bianconeri:

Sono dispiaciuto, quello che è successo ha condizionato la partita, da anni si verificano certi episodi che condizionano le annate. Non so se siamo stati battuti dall’arbitro, sicuramente non dalla Juve. Con le buone o con le cattive vincono sempre. Tutta Italia dovrebbe dire questo. La Juve dovrebbe giocare un campionato a parte, ogni anno è così. Arriveremo ancora secondi.