Talentuosi, ma discontinui: da Pjanic a Balotelli, quelli del ‘90 vanno quasi tutti a corrente alternata…

1) Mario Balotelli

Di talento Mario Balotelli ne ha da vendere, ma il talento da solo non basta, per sfondare nel calcio serve anche la testa e quella, purtroppo, l’ex attaccante di Inter e Milan proprio non riesce a usarla per come dovrebbe! Le rare volte in cui ha connesso il cervello, ha estratto dal suo cilindro magie degne di Harry Potter… Che peccato!

2) ‘Tek’ Szczesny

Restasse sempre concentrato, sarebbe il migliore al mondo nel suo ruolo, ma Tek Szczesny, purtroppo per lui e per la Juve, alterna autentici miracoli a papere eclatanti tipo quella vista contro il Brescia lo scorso settembre!

3) Miralem Pjanic

Con quei piedi morbidi come il pennello di un artista d’avanguardia, Miralem Pjanic dipinge autentici capolavori, ma il suo problema è che non sempre ne ha voglia: a volte, guardandolo giocare, si ha l’impressione che stia facendo un favore a chi gli paga lo stipendio ogni mese e a chi paga il biglietto per vederlo all’opera…

4) Douglas Costa

Riuscisse a giocare tre partite di fila, sarebbe ai livelli di CR7 e Messi quanto a capacità di decidere le partite… Purtroppo per lui e per la Juventus, però, i suoi muscoli di cristallo lo confinano nella categoria dei ‘potrei, ma non riesco’ del calcio mondiale!

5) Kevin Strootman

Pareva destinato a una carriera straordinaria, ma le sue ginocchia ballerine hanno impedito a Kevin Strootman di raccogliere quanto avrebbe meritato… Il talento non si discute, ma se passi più tempo sdraiato sul lettino del fisioterapista che in campo…