Rossi di rabbia: una definizione che ci pare alquanto azzeccata per quei calciatori che si fanno spesso cacciare dal campo per la durezza dei loro interventi! Chi sono i più espulsi di sempre in Serie A?

1) Paolo Montero

Trovare il nome di Paolo Montero in cima alla classifica dei più cattivi della storia del nostro campionato non ci sorprende affatto: l’ex difensore di Atalanta e Juventus in campo era un duro, di quelli che non tiravano mai indietro la gamba e che la gamba, quella dell’avversario, la cercavano più del pallone! 16 le espulsioni totalizzate dall’uruguagio in Serie A: inarrivabile! 

2) Di Biagio, Muntari ecc…

Neppure Di Biagio e Muntari andavano troppo per il sottile e se non era possibile arrivare sul pallone, non si facevano problemi ad entrare sulle caviglie! Inevitabile dunque per loro vedersi sventolare sotto il naso il cartellino rosso dall’arbitro spesso e volentieri: 12 espulsioni in carriera per loro, così come per Pinzi, Falcone e Ledesma!

3) Couto, Ambrosini e… Totti!

Se gente come Fernando Couto e Massimo Ambrosini erano noti per la durezza dei loro interventi, ma parzialmente giustificati dal ruolo che ricoprivano in campo, decisamente più sorprendente è scoprire che un artista del calcio quale Francesco Totti abbia collezionato, anche lui, ben 11 cartellini rossi in Serie A!

4) Mihajlovic, Mexes e… Sivori!

Quarta piazza affollatissima, con nomi del calibro di Mihajlovic e Mexes, difensori dal carattere fumantino, che non le mandavano a dire, chiunque si trovassero di fronte! A quota 10 espulsioni come loro, troviamo anche l’indimenticato Omar Sivori, numero 10 dalla classe immensa e purissima, ma di indole rissosa, che non perdeva occasione per menare le mani!

Credit Artwork: Footyrenders