Chi sono i più grandi attaccanti della storia del River Plate? Abbiamo selezionato la top 5 degli attaccanti che hanno scritto la storia del club de La Banda, come viene chiamato in Argentina:



1. Alfredo Di Stefano

Impossibile non partire da una leggenda come Di Stefano. Soprannominato la Saeta Rubia (letteralmente ‘la freccia bionda’) l’argentino poi naturalizzato spagnolo giocò al River nel biennio 1947-49 mettendo a segno 49 reti in 65 partite.

Alfredo Di Stefano

2. Omar Sivori

In Italia lo ricordiamo soprattutto per i trascorsi bianconeri, ma Omar Sivori nacque calcisticamente nel River, dove, tra il 1954 e il 1956, realizzò 29 reti in 63 partite facendosi le ossa per il campionato italiano.

Omar Sivori

3. Hernan Crespo

Per l’anagrafe Hernan Crespo, ma per tutti è semplicemente Valdanito: decisiva, per il soprannome, la casuale somiglianza fisica con il nazionale argentino Jorge Valdano. Tornando a Crespo, i 36 gol in maglia bandata tra il 1993 e il 1996 erano solo il preludio di una carriera strepitosa, proseguita poi tra Serie A (Parma, Lazio, Inter, Milan e Genoa) e Premier League (Chelsea).

Crespo e il Principe Francescoli

4. Pablo Aimar

Che lo chiamiate El Mago o El Payaso fa poca differenza: perché più che del soprannome, di Aimar si ricorderanno per sempre le finte ubriacanti e le giocate sopraffine che ne hanno fatto l’idolo di un certo Leo Messi. E scusate se è poco per un giocatore che poi, lontano dal River (dove aprì e chiuse la carriera) non ha forse raccolto quanto avrebbe meritato.

Pablo Aimar

5. Gonzalo Higuain

Chiudiamo la nostra rassegna con quello che forse è l’ultimo grande attaccante uscito dalla nidiata dei Millonarios: il Pipita Higuain. Che, paradossalmente, nel River giocò molto poco. Appena un anno e mezzo, tra il 2005 e il gennaio del 2007: giusto il tempo che lo notasse Fabio Capello per portarlo nel suo stellare Real Madrid. Da allora, la storia è nota ai più.

Gonzalo Higuain