Quando il cinema va nel pallone, la macchina da presa immortala scene indelebili, imprimendo sulla pellicola la magia del calcio: dal campo al grande schermo, è sempre GOOOOOOOL!!!

1) Fuga per la vittoria

Un super cast che riunisce attori del calibro di Max Von Sydow, Michael Caine, Sylvester Stallone e fuoriclasse del calcio come Pelè, Bobby Moore e Osvaldo Ardiles, magistralmente diretto dal grande John Houston per una storia di riscatto e speranza attraverso lo sport: un manipolo di prigionieri di guerra in un lager nazista sfida la Nazionale tedesca a Parigi, ma la posta in gioco va oltre il risultato…

2) L’allenatore nel pallone

Zona, ragnatela, fasce laterali che devono correre, passaggi corti e pressing, più un pizzico della farina del mio sacco, che adesso non vi sto a dire perché è un segreto…” Così Oronzo Canà si presenta ai microfoni della Gazzetta nel giorno del suo approdo sulla panchina della Longobarda… Quel pizzico della farina del suo sacco è il 5-5-5 che troverà nel giovane brasiliano Aristoteles il terminale offensivo perfetto!

3) Mezzo destro, mezzo sinistro

Andrea Margheritoni è più bravo sdraiato che in piedi, al campo preferisce il letto e per questo rimane senza squadra… Quando ne trova una, la Marchigiana del vulcanico patron Beccaceci, arriva il Sergente di Ferro Fulgencio a relegarlo in panca assieme al suo gemello Cesarini, ma tra una scappatella e l’altra riuscirà alla fine a prendersi la rivincita!

4) Febbre a 90’

Tratto dal best seller di Nick Hornby, Fever Pitch (questo il titolo in lingua originale) rappresenta un ritratto fedele del tifoso medio inglese, qui incarnato dal protagonista Paul Ashworth, supporter sfegatato dell’Arsenal, che in funzione dei Gunners vive in un mondo “che si ferma a maggio e riparte di nuovo in agosto”…

5) Trainspotting

Non rientra a pieno titolo tra i film sul calcio, ma non possiamo non citare Trainspotting per l’iconica scena del parallelo tra l’orgasmo del protagonista Mark Renton e il gol dello scozzese Archie Gemmil all’Olanda nel ‘78!