Non solo Ancelotti tra quelli che ritornano sulla panchina del Real, ma a volte il bis non si rivela una buona idea…

1) Zidane

Tre Champions di fila non sono bastate a Zinedine Zidane per salvare la panchina: la divergenza di vedute sul mercato porta Zizou allo scontro con Florentino, che gli dà il benservito… Il tecnico francese si prenderà però la rivincita qualche mese più tardi, quando Perez lo richiamerà d’urgenza al capezzale di un Real moribondo!

2) Capello

Dopo aver vinto tutto sulla panchina del Milan, Fabio Capello si siede su quella del Real nell’estate 1996 ed al primo tentativo guida i Blancos al trionfo in Liga! Lascia Madrid dopo una sola stagione, ma vi tornerà a distanza di dieci anni bissando il successo in campionato!

3) Camacho

Destino diverso per Camacho, che nel 1998 si siede sulla panchina del Real, ma ci resta meno di un mese per divergenze con l’allora Presidente Sanz… Tornerà nel 2004, ma anche stavolta l’idillio durerà poco: Florentino Perez lo silura a metà settembre dopo 2 sconfitte in 6 partite!

4) Del Bosque

Nella stagione 1993/94, Vicente Del Bosque subentra in corsa all’esonerato Benito Floro sulla panchina del Real e chiude al quarto posto in campionato, insufficiente tuttavia per garantirgli la conferma! Quando viene richiamato al capezzale di un Madrid in crisi di risultati per subentrare a John Toshack, tutti pensano che debba solo traghettare la squadra fino al termine della stagione, ma il Marchese a sorpresa guiderà i Blancos al trionfo in Champions League, inaugurando il leggendario ciclo dei Galacticos!

5) Toshack

Alti e bassi per John Toshack, che nella stagione 1989/90 guida i Blancos al trionfo in Liga, ma al suo ritorno a Madrid dieci anni più tardi, deve farsi da parte dopo appena 11 partite per lasciare il posto a Del Bosque!