Non solo Allan: l’elenco di scioperati, ribelli e mele marce all’interno degli spogliatoi è lungo e annovera nomi importanti…

1) Allan

Da imprescindibile con Sarri a desaparecido con Gattuso, il passo è stato breve per Allan, ormai ai margini della rosa del Napoli. A spiegare la ragione che lo ha portato ad accantonare il brasiliano è stato proprio il tecnico partenopeo:

Nessuna polemica, non si è allenato come voglio io e sta a casa. Domani è un altro giorno, senza rancore. Quando torneremo, se si allenerà come dico io verrà convocato, altrimenti no.

2) Osvaldo

La rissa sfiorata con Icardi in Juventus-Inter, che tutti ricordiamo, non è l’episodio più turbolento della carriera di Daniel Osvaldo, che ai tempi del Southampton prese a cazzotti un compagno di squadra in allenamento, rischiando il taglio… A tagliarlo fu il Boca Juniors, alcuni anni dopo, quando l’italo-argentino venne sorpreso a fumare nell’intervallo di una partita…

3) Dombaxe

Se ti presenti agli allenamenti con un machete, minacciando i compagni più giovani per ottenere la loro obbedienza, il licenziamento in tronco è il minimo! Per informazione, chiedere a Dombaxe

4) Pogrebnyak

Ricordate Fantozzi in incognito al circo, sgamato da Lobbiam? Protagonista del remake di quella celebre scena è il russo Pogrebnyak, licenziato dalla Dinamo Mosca per esser stato pizzicato sugli spalti di San Siro ad assistere a Inter-Juve dopo aver presentato un certificato medico per saltare l’allenamento…

5) Hopper, Smith e Pearson

Un festino a luci rosse con prostitute in albergo durante una tournée in Asia costa a Hopper, Smith e Pearson il licenziamento in tronco da parte del Leicester!