Non sempre tornare al Milan porta bene a chi, nel corso della propria carriera, è tornato sui propri passi tornando a rivestire la maglia rossonera. “Ibra avvisato, mezzo salvato“, verrebbe da dire! Ma, per essere ancora più espliciti, ecco la top 5 dei ritorni amari in rossonero….

1. Ruud Gullit (1994)

Lasciato il Milan per gli arcinoti dissidi con Arrigo Sacchi, il Tulipano Nero prese l’autostrada in direzione Genova e trascorse un anno alla Sampdoria prima di ritornare in rossonero. Ma, una volta rientrato a Milanello, non era più il giocatore devastante di un tempo: solo tredici presenze in rossonero prima di riabbracciare il blucerchiato.

2. Marco Simone (2001-02)

Il pupillo di Fabio Capello lasciò Milano per cercare fortuna Oltralpe, diventando un simbolo del Paris Saint Germain prima e del Monaco poi. Quindi il desiderio di riavvicinarsi a casa ma, nel primo Milan di Ancelotti, trova pochissimo spazio e nemmeno un gol.

3. Andriy Shevchenko (2008-2009)

Se n’era andato qualche anno prima parlando di una “scelta di vita”, adducendo la motivazione di una lingua – l’inglese – da insegnare ai suoi figli. Così scelse il Chelsea di Abramovich, dove però ebbe vita dura perché considerato dallo spogliatoio come il ‘cocco’ del Presidente. Quindi il ritorno, piuttosto disastroso, dal maestro Ancelotti: 26 presenze complessive e la miseria di due reti, nemmeno una in campionato.

4. Kakà (2013-14)

Sicuramente più positivo il ritorno in rossonero di Ricardo Kakà, partito alla volta di Madrid nel 2009 per quasi 70 milioni di euro. Le difficoltà riscontrate al Real spinsero però il brasiliano a fare ancora tappa nella sua amata Milano, dove giocherà una stagione da dieci gol complessivi. Ma lo scatto e le movenze non erano più quelle del Bambino d’Oro

5. Mario Balotelli (2015-16)

Deludente anche il ritorno al Milan di Supermario, venduto al Liverpool appena un anno prima e subito rispedito al mittente dai Reds. Solo un gol in campionato nella stagione cominciata con Mihajlovic in panchina e terminata con Brocchi: decisamente troppo poco.

E ora tocca a Ibra?

Il sesto clamoroso ritorno potrebbe essere quello di Zlatan Ibrahimovic: sarà lo svedese a completare il nostro speciale elenco? Chissà se Ibra accetterà la sfida: interrompere la maledizione dei ritorni in rossonero

I 5 ritorni flop del calcio italiano: la classifica!