Karaoke, schiaffi e non solo tra i riti d’iniziazione nel calcio: la dura legge dello spogliatoio alla quale ogni nuovo arrivato deve obbedire…

1) Karaoke

Se l’è cavata con una esibizione canora Pietro Pellegri al suo arrivo a Milanello: per essere ammesso nello spogliatoio rossonero, l’ex Monaco ha dovuto intonare la celebre hit di Rino Gaetano, ‘Gianna’!

2) Lo schiaffo del soldato

È andata decisamente peggio a Claudio Marchisio, accolto nello spogliatoio dello Zenit con una raffica di sberle da parte dei nuovi compagni di squadra, remake del classico da caserma, conosciuto come ‘Lo schiaffo del soldato’!

3) L’aeroplano

Chissà come si saranno divertiti i neo acquisti del Cittadella, costretti, loro malgrado, a sottoporsi al rito iniziatico dell’Aeroplano… La suddetta pratica prevede che il sedere nudo di un calciatore della vecchia guardia, appositamente designato, voli da una faccia all’altra dei malcapitati ultimi arrivati!

4) Rasatura e codino

Il benvenuto al River Plate Giovanni Simeone lo ricevette con un taglio di capelli in stile ‘L’ultimo dei Moicani’: testa rasata ad eccezione di un codino al centro del cranio!

5) Coccodrilli

Va bene lo schiaffo del soldato e pure l’aeroplano, ma il bagno in un fiume infestato di coccodrilli anche no! E invece… È accaduto davvero a sedici malcapitati calciatori dello Zimbabwe, che s’immersero nelle acque, sfidando i famelici Loricati!