Lo stadio è il tempio del calcio: un trionfo di colori e di suoni, ma anche un incontro di linee architettoniche. Non una semplice cornice, ma un vero e proprio evento nell’evento: salire gli scalini che portano ai seggiolini è pura emozione per qualsiasi tifoso, di qualsiasi età. Perchè lo stadio e la sua atmosfera sono ciò che rendono unico il gioco del calcio: ogni impianto rispecchia una città, una squadra, una cultura. Abbiamo scelto quelli che, secondo noi, sono i cinque stadi più suggestivi al mondo…

#5 Maracanã (Rio de Janeiro)

Inizialmente chiamato Municipal, l’impianto è passato alla storia come Maracanã, dal nome di un tipico pappagallo brasiliano con cui era stato battezzato un piccolo fiume che scorre nelle vicinanze dell’impianto. Comunque lo si voglia chiamare, lo stadio di Rio rappresenta un luogo sacro per il calcio brasiliano: dalle ferite del 1950 (il cosiddetto Maracanazo che gettò nello sconforto i quasi 200mila spettatori registrati nella finale-tragedia contro l’Uruguay) alla gioia della Confederations Cup, vinta qui dal Brasile nel 2013 contro la Spagna.

#4 Old Trafford (Manchester)

Fu Bobby Charlton a ribattezzarlo “The theatre of dream” e basta un’occhiata per capire il perchè: più che uno stadio sembra proprio un teatro per l’eleganza e la compostezza delle sue tribune, che possono ospitare fino a 76mila spettatori. Tra le partite memorabili giocate all’Old Trafford le partite di Euro ’96 e la finale di Champions League 2003, la prima ‘tutta italiana’ della storia, che vide il Milan trionfare sulla Juventus ai rigori.

#3 San Siro (Milano)

Qualunque sarà il suo futuro, ‘La Scala del Calcio’ resta uno dei più suggestivi sul panorama internazionale. Dedicato a Giuseppe Meazza (primo giocatore a vestire le maglie di Inter e Milan), i tifosi rossoneri preferiscono chiamarlo semplicemente ‘San Siro’ visto che il Peppin il meglio di sé lo aveva dato con la maglia dei cugini. Costruito nel 1925 e rinnovato più volte nel corso della storia (l’ultima, con l’aggiunta dei terzi anelli e dell’inconfondibile tettuccio nel 1990), San Siro ha fatto da cornice alle ‘Notti magiche’ del Mondiale italiano, ospitando anche quattro finali di Uefa Champions League.

#2 Wembley (Londra)

Quanto calcio che è passato sotto il suo leggendario arco! Wembley rappresenta oggi la perfetta sintesi tra tradizione e innovazione del calcio inglese: costruito nel 1923 e diventato ben presto un’icona del football, fu demolito e trasformato in uno degli impianti più iconici del calcio moderno nel 2007, quando fu inaugurato da una tripletta del nostro Giampaolo Pazzini, impegnato con la Nazionale under 21 azzurra. Nel vecchio Wembley, invece, l’Inghilterra ha vinto il suo unico titolo mondiale, nel 1966, battendo gli storici rivali della Germania.

#1 Santiago Bernabeu (Madrid)

Uno stadio che mette i brividi a qualsiasi amante del calcio, visto che rappresenta il club più vincente della storia di questo sport. Sul prato del Santiago Bernabeu, dal 1947 ad oggi, hanno giocato tutti o quasi i migliori interpreti di questo sport. Qui l’Italia del 1982, forse la Nazionale più amata di sempre, ha conquistato il suo terzo e storico Mondiale. Quattro le finali di Champions giocate sul terreno del Real Madrid: due di queste sono state vinte da un club italiano (Milan nel 1969 e Inter nel 2010).