Una generazione di potenziali fenomeni quella della Nazionale italiana che partecipò al Mondiale Under 20 nel 2017: a tre anni di distanza, che fine hanno fatto?

1) Barella

Le straordinarie potenzialità Nicolò Barella le aveva lasciate ampiamente intravedere in quel Mondiale Under 20, ma in pochi forse si aspettavano allora di ritrovarlo titolatissimo dell’Inter di Antonio Conte appena tre anni più tardi…

2) Orsolini

Di quel Mondiale Under 20 Riccardo Orsolini si laureò capocannoniere con 5 gol a referto, ma ci ha messo un po’ a sbocciare: dopo un infelice prestito all’Atalanta via Juve, l’ex Ascoli trova la propria dimensione a Bologna grazie a Sinisa Mihajlovic e adesso per lui si parla insistentemente di un ritorno a Torino…

3) Mandragora

Di quell’Italia Under 20 Rolando Mandragora era il capitano, del resto le stigmate del predestinato le portava sui palmi delle mani già ai tempi di Genova, quando la Juventus scommise su di lui ancora giovanissimo… Dopo un prestito a Crotone e la cessione con diritto di recompra all’Udinese, il centrocampista napoletano è ancora in cerca della definitiva consacrazione…

4) Plizzari

Portiere titolare di quell’Italia Under 20, Alessandro Plizzari ha avuto la sfortuna di trovarsi davanti un certo Gigio Donnarumma nel Milan, altrimenti forse oggi sarebbe lui a difendere la porta rossonera…

5) Favilli

Di quell’Italia Under 20 Andrea Favilli era il centravanti titolare, ma dopo un exploit estivo nella tournée della Juve in terra statunitense, passa in prestito al Genoa dove si ritrova davanti il cecchino Piatek: le cose per lui non migliorano però col trasferimento del polacco al Milan, complici i suoi muscoli di cristallo…