Cassano non perdona! Ne ha per tutti e non le manda a dire: ecco le 5 invettive più dure di Fantantonio…

1) Cassano vs Conte

L’ultimo bersaglio in ordine cronologico delle critiche di Cassano è Antonio Conte:

Io se avessi un allenatore così andrei dal presidente e gli direi: ‘Mandalo via!’

2) Cassano vs Ramos

Appena sbarcato a Madrid, Cassano prende subito di mira Sergio Ramos, incurante del peso del difensore spagnolo nello spogliatoio dei Blancos:

Sergio Ramos, tagliati i capelli che mi sembri Renato Zero!

3) Cassano vs tifosi

A Genova Cassano ha vissuto le sue migliori stagioni da calciatore, ma quando dagli spalti di Marassi cominciò a potergli addosso qualche fischio, Fantantonio li rispedì prontamente al mittente:

Qui si sono abituati troppo bene. Si sono abituati a mangiare la Nutella e appena devono mangiare un po’ di merda si comportano in questa maniera. Sono già 3 o 4 partite che qualcuno mi ha puntato e mi fischia. Mi è successa la stessa cosa a Roma e me ne sono andato, mi è accaduto a Madrid e me ne sono andato. Lancio un messaggio, a buon intenditor poche parole.

4) Cassano vs Allegri

Nella black List di Antonio Cassano figura anche il nome di Massimiliano Allegri, reo di averlo relegato ai margini del Milan:

Io per Allegri contavo come il due di coppe con briscola a bastoni. Per lui ero la quinta, sesta, settima punta, non so nemmeno io.

5) Cassano vs Stramaccioni

Con Stramaccioni Cassano arrivò addirittura alle mani, a testimonianza di un feeling mai sbocciato tra i due:

È stata la persona peggiore mai incontrata nel mondo del calcio. Ne ho incontrate tante, ma lui… Non è stata una persona onesta, leale. Ti diceva una cosa davanti e tante altre dietro. Raramente sono arrivato alle mani con qualcuno ma con lui fu giusto alzare le mani.