I rigori non sono tutti uguali: c’e chi sceglie la potenza, chi il cucchiaio, chi battezza un angolo piuttosto che un altro e chi invece s’inventa un modo tutto nuovo di calciare dagli undici metri… Tra capriole, triangoli e scivoloni, ecco i penalty più assurdi della storia…

1) Johan Cruijff

Il capostipite dei rigori innovativi è senz’altro quello trasformato da Johan Cruijff nel lontano 1982: il fuoriclasse olandese si presenta sul dischetto, ma al momento di calciare, appoggia il pallone lateralmente ad un compagno, che glielo restituisce e lui lo deposita in rete a porta vuota con il più comodo dei tap in!

2) Messi e Suarez

A distanza di trentaquattro anni dall’invenzione di Cruijff, Leo Messi prova ad emulare l’illustre predecessore e ovviamente ci riesce: il Diez blaugrana è pronto a calciare dagli undici metri, ma a sorpresa appoggia il pallone sulla destra all’accorrente Suarez, che lo insacca comodamente senza che l’esterrefatto portiere del Celta Vigo possa in alcun modo opporsi!

3) Awana Theyab

Prima di perdere tragicamente la vita in un incidente d’auto a soli 21 anni, Awana Theyab fa in tempo ad entrare nella storia del calcio per quel rigore che ha fatto il giro del mondo e che tutti abbiamo ammirato almeno una volta su YouTube: lo sfortunato centrocampista degli Emirati Arabi prende una lunga rincorsa, ma al momento di calciare si gira spalle alla porta e colpisce il pallone di tacco, spiazzando l’estremo difensore del Libano!

4) Norik Avdalyan

Lo sconosciuto Norik Avdalyan, attaccante della seconda squadra del Rubin Kazan, trova il modo di far parlare di sè, trasformando un calcio di rigore con una spettacolare capriola sul dischetto, che lascia impietrito il portiere avversario e senza parole il pubblico sugli spalti!

5) Adubarey

Un rigore fantozziano, ma comunque vincente quello di Adubarey nella sfida tra Afghanistan e Maldive: l’incaricato della battuta inciampa durante la rincorsa e finisce goffamente steso sull’erba, ma si rialza e calcia ugualmente, spiazzando il portiere avversario che invoca a gran voce e legittimamente l’annullamento del gol! L’arbitro però, nonostante il regolamenterò vieti espressamente di interrompere la rincorsa, covalida ugualmente la rete!