Campioni in campo e col joypad in mano: il binomio calciatori-videogames è ormai una costante… Ecco 5 fanatici, incapaci di vivere senza una consolle a portata di mano…

1) Florenzi

Nella comitiva azzurra, il più appassionato di videogames è senza dubbio Alessandro Florenzi: l’esterno del PSG trascorre ore col joypad in mano e porta sempre la sua PlayStation in ritiro con sè… A volte però può capitare che le TV in dotazione nelle camere d’albergo risultino sprovviste dell’ingresso hdmi per collegare la consolle e allora come risolvere il problema? Semplice: acquistando un televisore nuovo per l’occasione!

2) Dembelé

Provate voi a svegliarvi di buon mattino dopo una notte passata a giocare alla PlayStation! Inevitabile quindi per Ousmane Dembelé dormire qualche ora in più e presentarsi in ritardo agli allenamenti: la dirigenza del Barcellona purtroppo per lui, però, non la prende bene e lo punisce infliggendogli una multa da 100.000 euro!

3) Hazard

Ad Eden Hazard i videogiochi piacciono così tanto, che prima di scendere in campo il fuoriclasse del Real Madrid ammazza il tempo giocando a Super Mario Kart: un rituale insolito, ma sacro, che lo aiuta a tenere a bada la tensione e a prepararsi al meglio alla partita… Guai a disturbarlo mentre guida il simpatico idraulico creato dalla Nintendo verso il traguardo! 

4) Donnarumma

Come Hazard, anche Gianluigi Donnarumma scarica la tensione pre partita giocando ai videogames: il portierone del Milan ha raccontato in diverse occasioni di sfide infinite alla PlayStation con il fratello Antonio!

5) Recoba

Capace di autentiche magie sul campo, ma spesso discontinuo, Alvaro Recoba restava invece sempre concentrato quando, ai tempi dell’Inter, sfidava i compagni in interminabili duelli alla PlayStation: semplicemente imbattibile per chiunque, El Chino si permetteva il lusso di concedere all’avversario di turno uno o due gol di vantaggio, per poi rimontare e vincere con punteggio tennistico!