A 36 anni, Giampaolo Pazzini dice basta e decide di appendere gli scarpini al chiodo: ecco 5 ‘Pazzi’ momenti che non dimenticheremo mai…

1) Re di Wembley

24 marzo 2007, il nuovo Wembley apre i battenti: ad inaugurare il futuristico impianto londinese, le rappresentative Under 21 di Inghilterra ed Italia… Tra gli Azzurrini, col numero 9 sulle spalle, Giampaolo Pazzini: sarà lui il mattatore della serata, autore di un’indimenticabile tripletta, che fa gridare al fenomeno!

2) La copertina

Dopo due straordinarie stagioni alla Samp e un incoraggiante avvio con la maglia dell’Inter, il ‘Pazzo’ finisce sulla copertina di FIFA 12 al fianco di Wayne Rooney: un riconoscimento prestigioso, che soltanto pochi eletti possono vantare!

3) Un assist a Mou

Quel Roma-Samp Pazzini non doveva neppure giocarlo e invece… Non soltanto scese in campo, ma lasciò il segno con una doppietta che di fatto scippò lo Scudetto ai giallorossi di Ranieri, consegnandolo all’Inter di Mourinho nella stagione del Triplete nerazzurro!

4) Scivola, scivola, scivola!

L’Udinese conduce per 1-0 sull’Inter quando manca un minuto al termine del match. Il gol di Isla al 28′ della ripresa sta per regalare ai friulani un successo di prestigio sul palcoscenico scintillante della Scala del calcio, ma all’89’ Ferronetti abbatte Milito in area e Gervasoni indica il dischetto. Della battuta si incarica Pazzini, tutto lo stadio trattiene il fiato, mentre il centravanti interista prende la rincorsa e attende il fischio del direttore di gara. Il Pazzo carica il destro e calcia, ma al momento di impattare il pallone scivola goffamente all’indietro e spara maldestramente in curva la palla del possibile pareggio.

5) Esordio pazzesco!

Arrivato all’Inter nel gennaio 2011, Pazzini comincia alla grande la sua avventura nerazzurra segnando undici gol in diciassette partite! Strepitoso il suo esordio a San Siro: subentrato dalla panchina nella gara con il Palermo, sigla una doppietta e si procura il rigore che vale la rimonta sui rosanero!