Nell’era del web, le fake news sono ormai all’ordine del giorno ed è sempre più difficile distinguere tra notizie verificate e autentiche invenzioni: ecco 5 incredibili bufale sul calcio…

1) L’addio di Pogba

La notizia del clamoroso addio di Paul Pogba alla Nazionale francese dopo le parole di Macron sul terrorismo islamico ha fatto il giro del web: peccato si trattasse della solita fake news, diffusa da qualche buontempone, che non aveva nient’altro di meglio da fare!

2) Presidentessa in bikini

Nel corso dei Mondiali 2018 in Russia, Kolinda Grabar-Kitarovic, Presidentessa della Croazia, ha rubato l’occhio per la sua avvenenza, ma le foto in bikini circolate sul web in quei giorni non ritraevano in realtà quella che è stata definita ‘il politico più sexy del mondo’, bensì la modella statunitense Nicole ‘Coco’ Austin!

3) Corea campione del Mondo

Correva voce che il regime di Kim Jong-Un avesse oscurato il broadcasting dei Mondiali 2014 per far credere al popolo che la Corea del Nord avesse trionfato in Brasile… Una bufala in piena regola: anche da quelle parti tutti sanno che a vincere fu la Germania!

4) Puskas redivivo

Nel 1956, Ferenc Puskas venne dichiarato morto: sui giornali dell’epoca si leggeva che il Colonnello era caduto mentre combatteva l’occupazione sovietica in Ungheria… Due anni dopo, all’arrivo del fuoriclasse magiaro in quel di Madrid, i quotidiani spagnoli titolarono: “È tornato dalla morte!”

5) Morto per finta

Se l’annuncio della morte di Puskas fu un errore, quello della dipartita dello spagnolo Fernando Nuno La-Fuente fu invece appositamente diffuso dal suo club di appartenenza, il Ballybrack F.C., al solo scopo di ottenere il rinvio della gara con l’Arklow Town.