Scopritore di talenti, ma anche ammazza campioni: nel corso della sua carriera da allenatore, Guardiola ha silurato autentici fuoriclasse… Ecco i 5 epurati illustri di Pep…

1) Eto’o

In calce alla prima Champions vinta da Guardiola sulla panchina del Barcellona spicca la firma di Samuel Eto’o, a segno nella finale di Roma contro lo United! Neppure il tempo di festeggiare il prestigioso trionfo continentale che il centravanti camerunese viene scaricato con tanti saluti e spedito all’Inter in cambio di Ibrahimovic: ironia della sorte, Eto’o bisserà il successo in Coppa dei Campioni stavolta in maglia nerazzurra, eliminando proprio il Barça di Pep in semifinale!

2) Ibrahimovic

C’eravamo tanto amati, questo il titolo perfetto per descrivere il burrascoso rapporto tra Pep Guardiola e Zlatan Ibrahimovic: il tecnico catalano s’incapriccia dello svedese e lo vuole fortemente a Barcellona, ma poi qualcosa va storto e tra i due si mette male! O lui o me: l’unica via possibile è la cessione di Ibra, che dopo una sola stagione in blaugrana, si trasferisce al Milan, maledicendo il suo ex allenatore!

3) Kroos

Il calcio di Guardiola è fatto di palleggio e possesso palla, ma chissà perché uno come Toni Kroos a Pep proprio non piaceva: così, al termine della sua prima stagione sulla panchina del Bayern, lo mette alla porta, costringendo il club bavarese a svenderlo al Real! Come andò a finire lo sappiamo tutti: nelle sue tre stagioni a Monaco, Guardiola non vincerà mai la Champions, mentre Kroos a Madrid ne alzerà tre di fila!

4) Ronaldinho

A Barcellona Ronaldinho è un idolo ancora oggi, ma nel 2008 Pep Guardiola lo trattò come uno qualunque, dandogli il benservito al suo arrivo sulla panchina blaugrana: una mossa vincente col senno di poi, dal momento che il tecnico catalano centra uno storico Triplete al termine della sua prima stagione alla guida del Barça!

5) Touré

Quella di Guardiola nei confronti di Yaya Touré ha tutta l’aria di una persecuzione: il tecnico catalano lo caccia una prima volta ai tempi di Barcellona e di nuovo anno dopo quando se lo ritrova in squadra a Manchester! Chissà cos’avrà Pep contro uno dei centrocampisti più dominanti e prolifici degli ultimi anni…