L’11 aprile 2019 ha giocato la sua ultima gara NBA. L’ultima di ben 1522, tutte indossando la casacca dei Dallas Mavericks. Stiamo parlando di Dirk Nowitzki, una delle stelle dell’NBA degli “anni 2000”, sicuramente il tedesco (biondo) più forte di sempre…

Dalla Germania con furore…

La carriera di Wunder Dirk (suo soprannome) è da libro Cuore. Nato a Wurzburg, città della Baviera, il 19 giugno 1978, ha lo sport nel sangue. La madre è stata una giocatrice di pallacanestro, il padre di pallamano. Dopo essersi messo in luce con la casacca del modesto DJK Wurzburg, la squadra locale (con la quale, comunque, conquista la casacca della nazionale tedesca a 19 anni), arriva la svolta, clamorosa, della sua carriera. Grazie all’aiuto di Holger Geschwindner, migliora a tal punto da sbarcare nell’NBA. Viene scelto, nel Draft del 1998, dai Bucks che lo scambiano immediatamente con i Mavs (sarà uno degli errori più macroscopici della storia della franchigia di Milwaukee).

Da oggetto misterioso a All Star NBA

Il 5 febbraio 1999 fa il suo eosrdio in una gara NBA. i Dallas Mavs giocano contro i Seattle Supersonics (ormai cancellati dal panorama NBA). La sua prima gara si conclude con due punti e un eloquente 0/5 al tiro. Un bluff? No, il biondo tedesco, con il duro lavoro e l’aiuto di un certo Steve Nash, prende velocemente il volo. Dopo la prima stagione di ambientamento, cambia passo, diventando un tiratore micidiale e una delle migliori “ali grandi” in circolazione. Nel 2002 è già all’All Star Game (che disputerà in ben 14 occasioni).

Il titolo di MVP e l’anello NBA

Wunder Dirk è una macchina. Segna con una regolarità impressionante, facendo dei Mavs una squadra di altissimo livello. Al termine della regular season 2006/07 vince il titolo di MVP (primo europeo a riuscirci). Ma il capolavoro assoluto arriva nella stagione 2010/11. In finale si trova di fronte i Miami Heat, favoriti assoluti grazie alla “triade” James-Wade-Bosh. Invece, a sorpresa, Wunder Dirk trascina i Mavs al titolo: 4-2 e primo anello NBA per Dallas e per lo stesso Dirk Nowitzki (votato anche MVP delle Finals). Insomma il miglior europeo di sempre che ha ispirato tanti altri giocatori del Vecchio Continente, tra cui Danilo Gallinari

Dirk è una leggenda, un giocatore fondamentale per me e per tutti gli europei della mia età perché siamo cresciuti guardandolo. È stato un onore giocarci contro per tutti questi anni.

Il ritiro e la nuova vita…

“Non avrei voluto ritirarmi, sono stato costretto a causa dei problemi fisici”, parole di Dirk Nowitzki a pochi mesi dal suo ritiro avvenuto, ufficialmente, l’11 aprile 2019, contro i San Antonio Spurs. Perfezionista assoluto, Wunder Dirk, dismessi i panni del giocatore NBA, si è dato alla “bella vita”: “Mangio gelato tutti i giorni e sono ingrassato”. Dopo quello che ha fatto in campo, se lo merita…