Forse non se l’aspettava neppure lui di tornare a casa dopo l’ennesima scappatella e sentirsi dire dalla moglie Coleen: “Wayne, ti perdono!”

La quiete dopo la tempesta

La cronica infedeltà di Wayne Rooney ha rischiato di mandare in pezzi il suo matrimonio, salvato dalla moglie Coleen, ancora innamorata di lui e disposta a perdonarlo:

Alcune persone probabilmente mi daranno della stupida perché continuo nel mio matrimonio. Non credo di esserlo. Sia chiaro, prima che i giornali possano titolarci sopra. Io non mi sono mai ripresa Wayne, perché lui non se n’è mai andato via. Abbiamo trascorso, è vero, alcuni momenti in cui siamo stati separati e a volte ho pensato di mettere la parola fine al matrimonio ma poi ho deciso di non farlo. Non elencherò le qualità di Wayne, perché non ha bisogno che le renda pubbliche. Posso dire, però, che si tratta del padre migliore che i miei figli possano avere.

Prima la famiglia

Per il bene della famiglia, Coleen ha messo da parte l’orgoglio, decisa a salvare il suo matrimonio, sforzandosi di far funzionare il rapporto col marito:

Ha fatto errori stupidi, si è comportato da egoista. Da qualche esperienza ha imparato e tratto giovamento. Da altre no. E non so se mai cambierà. Però sono certa che lo amo. Del resto, se non lo amassi non cercherei di fare funzionare il nostro rapporto. Sono consapevole che potrei vivere bene da sola e avere  i miei figli accanto ma non è quello che voglio. Il mio unico desidero è continuare a lavorare per il bene del nostro matrimonio perché la mia unica intenzione era e resta quella di avere una famiglia.