Nessun rimpianto per Dusan Vlahovic. L’attaccante classe 2000, esploso nel girone di ritorno della scorsa stagione, non sembra per niente deluso all’idea di restare a Firenze, giocare e provare a confermarsi. Questo almeno è il progetto del numero 9 viola che, dal ritiro della nazionale della Serbia dove affronterà la gare amichevole contro il Qatar e le sfide contro Lussemburgo e Irlanda per le qualificazioni ai Mondiali del 2022, liquida così le voci circa il suo futuro:

Non sono deluso di essere rimasto alla Fiorentina, è una mia decisione: non penso a un trasferimento anche se intorno a me c’è molta pressione. Non so se ripeterò i numeri della passata stagione ma ho fiducia nelle mie capacità



“Lavoro per ripetermi”

Ventuno i gol del serbo nella scorsa stagione, la sua prima da titolare in serie A. Ora l’obiettivo è lavorare duro per provare a ripetersi, ancora con la maglia viola:

Non penso a un trasferimento, anche se intorno a me c’è molta pressione. Sta a me fare ciò che mi viene detto in allenamento. Sono fiducioso nelle mie capacità, ma niente cadrà dal cielo. Il campo è l’unico metro di giudizio, ho un obiettivo tutto mio e spero di potermi ripetere