Rocco Commisso non ci sta. Il Presidente della Fiorentina alza la voce e non molla Dusan Vlahovic, attaccante serbo che ha interrotto le trattative per il rinnovo del contratto in scadenza coi viola nel 2023: chiunque intenda mettere le mani sull’attuale capocannoniere della serie A dovrà prima sedersi a trattare con Commisso, uno che di trattative se ne intende. Eccome.



Commisso non molla

Il numero uno viola fa il punto sulla situazione dell’attaccante serbo, che ha rifiutato la maxi offerta viola per rinnovare a 4 milioni a stagione, ai microfoni di Radio24:

Vlahovic? Ancora non e’ finita, e’ un bravissimo ragazzo che sta portando avanti la Fiorentina, ma io non mi faccio ricattare da nessuno. Non so se la Juve puo’ prenderlo, ma voglio dire a tutto il mondo che Vlahovic e’ della Fiorentina e bisogna parlare prima con noi e poi con il procuratore. Poi bisogna anche rispettare la volonta’ del giocatore



“Ci vogliono nuove regole!”

Commisso punta il dito contro procuratori ed intermediari, sempre alla ricerca di facili guadagni a spese delle società. Questo il punto del numero uno viola:

Troppi intermediari nel calcio? Qui si dovrebbe introdurre una norma, abbiamo parlato con FIFA, UEFA, CONI, Serie A. Io voglio aiutare il calcio italiano. In America i procuratori prendono il 3% su salario, non sul trasferimento, e’ tutto controllato, qui e’ il Far West