Chi di noi non ha mai contestato le decisioni del tecnico della propria squadra del cuore, pretendendo di sostituirsi a lui, ma restando comodamente sprofondato nel divano del salotto davanti alla tv… Se il tifoso sugli spalti però accusa il proprio allenatore di essere un incompetente faccia a faccia, può capitare che quello perda le staffe e risponda così alle reiterate provocazioni: “Vieni tu al mio posto visto che pensi di essere così bravo!” Allora il sogno diventa realtà, almeno per un giorno…

Chiamata a sorpresa

Premier League edizione 2013/14, il Tottenham riceve l’Aston Villa a White Hart Lane: a un certo punto del match, il manager degli Spurs, Tim Sherwood, si volta verso la tribuna e con ampi gesti invita un tifoso sugli spalti a sedersi in panchina al posto suo… Il fortunato non se lo fa ripetere due volte e si accomoda su quella che gli inglesi chiamano the bench, sperimentando per alcuni istanti l’emozione di allenare la sua squadra del cuore…

La pazienza ha un limite

L’insolito avvicendamento in panchina viene spiegato così da Sherwood nel post partita: 

Mi ha rotto il c***o per tutta la stagione su cosa dovevo o non dovevo fare. Alla fine l’ho accontentato!