Dopo cinque anni di onorato servizio, per Giampaolo Pazzini è arrivato il momento di salutare l’Hellas Verona. Lo fa con il groppo in gola il Pazzo, chiudendo il suo bilancio in gialloblù con 50 reti in 131 presenze.



“Mi sento veronese per sempre”

Sbarcato in riva all’Adige nell’estate del 2016, Pazzini è riuscito, a suon di grandi prestazioni e di tanti gol, a conquistarsi l’amore dei tifosi gialloblù. Rimasto fedele alla maglia anche in serie cadetta, per ben due volte il Pazzo ha contribuito al ritorno in serie A degli Scaligeri. Ecco perchè tra lui e Verona si è creato un legame speciale, di quelli destinati a sopravvivere anche ad un doloroso addio:

È per me oggi una grande emozione, voglio dire ciao Verona e grazie di tutto! Verona per me non è stata solo una squadra, ma è stato un percorso bellissimo pur tra alti e bassi. Mi sono sentito un veronese e avrò l’Hellas per sempre nel cuore.



Quale futuro per il Pazzo?

Cosa c’è oggi nel futuro di Pazzini? A 36 anni, il centravanti toscano lascia il Verona ma non ha ancora deciso se lasciare definitivamente il mondo del calcio. L’unica certezza è che, in un modo o nell’altro, il Pazzo giocherà contro la Spal, per provare a regalare un’ultima esultanza con le dita sugli occhi ai tifosi dell’Hellas:

Il mio futuro? Ancora non lo so, ho un’idea ma voglio capire cosa fare da grande a mente fredda, al momento non ho offerte. Con la Spal ci sarò, mi metto in campo da solo

Copy:  DarkNaples