Da vittima a colpevole: la città di Verona si schiera contro Mario Balotelli, bersaglio dell’odio razzista di alcuni tifosi gialloblù nel corso del match tra Hellas e Brescia. Gli ultras scaligeri lo insultano e il Comune lo diffida.

La mozione ‘Bacciga’

Desta stupore la posizione del consigliere comunale Andrea Bacciga, che, per nulla turbato dall’episodio di razzismo di cui Balotelli è rimasto vittima, ha proposto una diffida legale nei confronti di Super Mario, spiegandone così la motivazione:

Non è più accettabile che Verona sia messa sul banco degli imputati pur quando, come in questo caso, non è accaduto nulla.

Nessuno ha sentito niente

La mozione presentata dal Consiglier Bacciga minimizza l’episodio di razzismo che ha visto Balotelli sfortunato protagonista, anzi quasi arriva a negarlo:

Nessuno presente allo stadio udiva tali ululati, né il pubblico presente, né la panchina del Brescia né i giornalisti presenti… Intanto, però, iniziava subito una campagna mediatica contro la città di Verona.