Durante una partita di calcio può succedere davvero di tutto, anche che un allenatore prenda a schiaffi un proprio calciatore. Per di più in mondovisione, durante una partita dei Mondiali. Ci riferiamo a quanto raccontato da Robin Van Persie, centravanti della Nazionale olandese che, durante i campionati del mondo 2014, fu preso a schiaffi dal suo allenatore, Louis Van Gaal

Successe in Brasile…

Il contesto sono i Mondiali brasiliani del 2014: l’Olanda, ai quarti di finale, ebbe la meglio sulla Costa Rica soltanto ai calci di rigore e tra l’attaccante e il suo allenatore nacque un diverbio perchè Van Persie si rifiutò di uscire dal campo nonostante i crampi. Decisione che a Van Gaal non andò a genio…

“Il mister mi ha preso a schiaffi”

L’ex bomber di Manchester Utd e Arsenal racconta così la sua disavventura tra le pagine del libro ‘LVG-The Manager and the Total Person’, dedicato proprio a Van Gaal:

Quando la partita è finita e ci siamo radunati vicino alla panchina, il mister si è avvicinato e mi ha colpito all’improvviso. Mi diede un colpo con la mano completamente aperta e mi disse in modo arrabbiato: ‘Non farmi mai più una cosa del genere’. L’ho guardato assolutamente sbalordito. Poi Louis mi disse: ‘Vai sul dischetto e vedi di segnare

Parole profetiche, visto che poi Van Persie segnò effettivamente il rigore e gli Oranje volarono così in semifinale…