Giocare nel Barcellona è il sogno di tutti, ma esiste sempre l’eccezione che conferma la regola: Jeremy Mathieu al Barcellona non voleva andare e così si inventò un contratto falso per ottenere il suo scopo…

Diavolo di un Mathieu!

A Valencia Jeremy Mathieu stava bene e voleva restarci, così, quando il Barcellona si fece avanti con un’offerta irrinunciabile, lui presentò al suo club una falsa proposta, redatta ad hoc, per ottenere un rinnovo a cifre più basse di quelle messe sul piatto dalla dirigenza blaugrana:

Non volevo andare al Barcellona, quando mi hanno cercato ero capitano del Valencia, mi piaceva la mia vità lì e mi chiedevo: perchè andare a fare panchina al Barça? Quando ho ricevuto il contratto con la loro offerta, ne ho fatto uno simile, in cui c’era scritta una cifra che era una via di mezzo tra quello che guadagnavo al Valencia e quello che mi offrivano in realtà i blaugrana. Ho fatto vedere il contratto falso al DS del Valencia e ho detto: ‘Se mi date questa cifra resto’.

Adieu!

Se il Ds del Valencia Rufete aveva promesso il rinnovo a Mathieu, il Presidente Salvio invece oppose un secco rifiuto che offese il difensore francese, spingendolo infine ad accettare la proposta del Barça:

Rufete mi ha detto che non sarebbe stato un problema, ma il presidente ha detto di no. Quindi ho strappato il contratto e ho detto che me ne sarei andato, perchè era evidente che non contavano più su di me.