Greco-romano era l’impero che, basandosi sul diritto romano e sugli insegnamenti dei greci, aveva conquistato tutto il mondo conosciuto. Romano di nascita, ma greco…di esplosione è oggi Chicco Macheda, bomber del Panathinaikos, che ad Atene ha ritrovato se stesso dopo qualche anno difficile.

Pupillo di Sir Alex

Tutti ce l ricordiamo, con un filo di emozione, segnare un gol pazzesco e correre a braccia larghe per caricare il cinque a Sir Alex Ferguson, suo scopritore ai tempi del Manchester United. Aveva appena 17 anni quando, subentrando a Nani nel corso della sfida tra United e Aston Villa, realizza forse il gol più bello di tutta la sua carriera: pennellata di Ryan Giggs, stop di tacco e tiro a giro che si insacca e fa alzare in piedi tutto l’Old Trafford.

La valigia sempre in mano

Sembrerebbe l’inizio di una carriera in ascesa e, invece, complice una competizione mostruosa tra le fila dello United -Ronaldo, Tevez, Rooney tanto per fare qualche nome- ma anche qualche infortunio di troppo, il giovane Chicco troverà poi spazio e finirà sballottato qua e là in prestito, senza però trovare la giusta dimensione: non va bene il ritorno in patria con la Samp e nemmeno le esperienze con Qpr, Stoccarda e Doncaster, finché il prestito a Birmingham, in Championship, gli restituisce sorriso e senso del gol. Quindi le esperienze a Cardiff e nel glorioso Nottingham Forrest, prima di tornare in Italia, dove però ripartire c’è il Novara, in serie B, con cui segnerà 10 reti in un anno e mezzo.

La scalata dell’Olimpo

Un bottino sufficiente per valergli l’ennesimo timbro sul passaporto: questa volta è la Grecia, terra di miti e di leggende, a richiamare Macheda. Il Panathinaikos, la squadra ‘di tutti gli ateniesi’ finalista di Coppa Campioni nel 1971, ha scelto lui per rilanciare un progetto tecnico in palese difficoltà. E Chicco risponde alla grande: 10 gol nella prima stagione e già 12 quest’anno quando, dopo le difficoltà di inizi stagione, si è caricato la squadra sulle spalle portandola dall’undicesimo al quarto posto attuale. Una vera e propria scalata dell’Olimpo del calcio greco: in programma ci sono i playoff scudetto, e chissà che Chicco Macheda non riesca a rinverdire (è proprio il caso di dirlo) il suo palmarès ancora fermo dai tempi del Manchester United…

https://www.instagram.com/p/B8GextpH7WT/