La corsa Champions? Si saprà tutto il 7 Aprile, quando all’Allianz Stadium si giocherà Juventus-Napoli rinviata lo scorso 4 Ottobre. Passa tutto da lì, essendo coinvolte entrambe le formazioni e quei tre punti in palio sicuramente cambieranno gli attuali equilibri nella parte alta della classifica di serie A. Vogliamo esprimere un pronostico sui tre risultati possibili? Allora, cominciamo con l’ipotesi che oggi gli allibratori considerano meno possibile, cioè il successo della squadra di Gattuso. In tal caso ed alla luce della graduatoria attuale, l’Inter continuerebbe ad essere prima con 65 punti, poi il Milan a quota 59 ed il Napoli spunterebbe come di incanto al terzo punto con 56 punti, scavalcando contemporaneamente sia la Juventus che l’Atalanta, attualmente appaiate sul gradino del quarto posto con 55 punti: una delle due sarebbe costretta a dire addio alla prossima Champions ed ai suoi lauti proventi.

Si tratterebbe di un esito clamoroso a completamento di una rimonta clamorosa, perchè frutto di una rincorsa effettuata dal Napoli che tra gennaio e febbraio ha vissuto due mesi di inferno a causa delle tante partite giocate (19 in 64 giorni, la media di una ogni 72 ore), dei numerosi infortuni e della pressione che si era creata in tutto l’ambiente. Se il risultato della sfida tra Madame e gli azzurri dovesse essere un pareggio, la graduatoria cambierebbe poco, ma comunque in maniera significativa per i Ringhio boys: Inter 65 punti, Milan 59, Juventus 56, Atalanta 55 ed il Napoli sarebbe sempre quinto (come adesso), ma ad un solo punto dalla zona Champions League e con altre 9 partite per tentare il sorpasso ai danni della Dea oppure della stessa Juventus. In fin dai conti, anche l’eventuale sconfitta non darebbe un vantaggio al team di Gattuso, ma non produrrebbe nemmeno un grande danno. La classifica degli azzurri resterebbe invariata, quindi sempre a 2 punti dal quarto posto dell’Atalanta, mentre la Juventus salirebbe al secondo posto insieme al Milan.

Scenari futuri e situazione in casa Napoli

Lo scenario del Napoli è questo e non è nemmeno preoccupante, anzi: con il recupero già avvenuto di Lozano e di Manolas e con quelli alle porte di Petagna e Rrahmani (rientreranno per il match contro il Crotone in programma sabato 3 Aprile allo stadio Maradona), Gattuso si ritroverebbe con l’organico al completo per l’avvincente rush finale. L’unica variabile in tutto questo quadro a tinte chiare riguarda le nazionali. Con 13 calciatori in giro per il mondo, è anche naturale che l’allenatore del Napoli stia facendo gli scongiuri affinché nessuno di loro torni con qualche infortunio da recuperare sul lungo periodo. Le esperienze di Osimhen (lussazione alla spalla), Hysaj e Rrahmani (entrambi costretti ad un isolamento fiduciario quando erano al servizio della loro nazionale) rappresentano una ferita ancora aperta che il club partenopeo vorrebbe si rimarginasse con uno scoppiettante finale di stagione.